Dove è stato girato esattamente il film “The Beach” con DiCaprio?

film the beach leonardo dicaprio

Chi ha visto The Beach con Leonardo Di Caprio sicuramente ha impresse in mente le splendide spiagge, i tramonti e i panorami mozzafiato mostrati nel film.
Ma dove sono state girate queste scene?
Nelle bellissime Phi Phi Islands e nello specifico nell’isola di Phi Phi Leh, sulla spiaggia di Maya Bay dove possiamo dire che hanno preso vita le scene del film The Beach.
Il film racconta la storia di un giovane che incuriosito dalle parole particolari di uno strano turista decide di passare i suoi giorni e tutta la sua vita in un luogo incontaminato e bello, l’isola di Phi Phi Leh e la sua spiaggia.
Quelle scene così belle hanno fatto conoscere ai viaggiatori di tutto il mondo bellezze uniche e inimitabili.

Le Phi Phi Islands e Phi Phi Leh, i luoghi di The Beach

Diamo un nome a un luogo, quello in cui è stato girato il fim di Danny Boyle nel 2000, in quanto nel corso di quasi 20 anni di storia Maya Bay è diventando una delle spiagge più apprezzate al mondo.
Milioni sono stati i turisti che sono accorsi sull’isola dell’arcipelago delle Phi Phi Islands allo scopo di ritrovare quei tramonti, quei colori e quei paesaggi.
I visitatori sono rimasti molto soddisfati, hanno conosciuto in lungo e in largo la piccola isola di Phi Phi Leh, effettivamente quella con la minore estensione di tutto l’arcipelago.

Phi Phi Leh, verso la chiusura di un luogo storico

L’isolotto fa parte del Parco Marino della Thailandia e solo l’anno scorso, a seguito di anni e anni di turismo intensivo, il Governo del Paese ha scelto per un breve periodo di tempo di chiudere le visite turistiche a Phi Phi Leh e alla sua bellissima Maya Bay.

È ancora possibile avvicinarsi a circa 30 m dalle sue coste, ammirare i colori, immaginare di essere su quella calda sabbia lucente ma non si può attraccare. Il provvedimento è stato preso allo scopo di salvaguardare meglio l’ambiente e tutelarlo dai potenziali danni del turismo senza limiti.
Inizialmente l’idea era quella di chiudere per 4 mesi l’ecosistema dell’isola ma, a seguito di rilievi effettuati, si è scelta una chiusura a tempo indeterminato.
Rimane comunque la speranza che nei prossimi anni Phi Phi Leh sia riaperta e accessibile a turisti rispettosi.
Indubbiamente la storia di Phi Phi Leh sarà una lezione importante su rapporto tra uomo e natura e aiuterà a capire i giusti modi con cui rapportarsi al mondo che ci circonda.
Nel frattempo è importante non dimenticare quali sono le bellezze del piccolo gioiello e come ha cambiato il concetto di paradiso naturale.

Maya Bay, la spiaggia perfetta

maya bay spiaggia

I turisti hanno considerato Maya Bay come l’esempio della spiaggia perfetta. L’unica che poteva reggere il confronto era solo Lagoon Beach che, tuttavia, non era una vera spiaggia ma una laguna naturale.
La parte migliore di Maya Bay è il contrasto di colori naturali e meravigliosi che si crea sotto la luce del sole. Il verde smeraldo della vegetazione del luogo, il bianco della sabbia e l’azzurro profondo e limpido del mare che cinge la costa creano un’immagine paradisiaca in chi la guarda.
Andare a Maya Bay significava, quindi, stare sdraiati a prendere il sole, avere una vista stupenda, fare foto meravigliose, dedicarsi allo snorkeling e anche esplorare le bellezze della parte interna dell’isola.

Tra grotte e vegetazione selvaggia

Maya Bay

Le sorprese che l’isola di Phi Phi Leh riserva sono tantissime. Dalla spiaggia di aspetto paradisiaco si passa a una vegetazione incolta fino a grotte ricche di storia.
A pochi passi dalla famosa spiaggia c’è la Viking Cave, un luogo dove vivono rondini e volatili tropicali.
Un’altra famosa grotta è quella di Phaya Nak o Grotta dei Serpenti. Nel 1972 fu il re della Thailandia a dare questo nome alla grotta colpito dalla forma della roccia presente sul posto.
Le pareti rivelano disegni e affreschi possibilmente risalenti a diversi secoli fa che figurano navi mercantili e velieri.
Oggi nella grotta vivono le rondini dal cui siero si raccoglie una sostanza molto usata nella medicina tradizionale cinese.

Escursioni e Tour per le Phi Phi Island e Maya Bay

Qui di seguito trovi alcuni tour ed escursioni che ti consigliamo per visitare Maya Bay e Phi Phi Island anche in giornata. Scegli in base da dove parti:

Da Phuket a Phi Phi Island:

Esclusivo da Puket a Phi Phi Island con Motoscafo privato


Da Krabi a Phi Phi Island

Esclusivo da Krabi a Phi Phi Island con Motoscafo privato

 

Dove soggiornare nelle Phi Phi Islands

Vivere la stessa atmosfera delle scene paradisiache di The Beach richiede oggi un po’ di impegno visto che l’isola di Phi Phi Leh non è accessibile.
Le soluzioni però non mancano e una buona dose di fantasia aiuta gli amanti della natura thailandese.

Il miglior luogo in cui trascorrere il soggiorno è l’isola Koh Phi Phi Don. Non solo l’isolotto è ricco di attività da svolgere, come le immersioni, lo snorkeling oppure il kayaking ma ci sono resort bellissimi dove è possibile rilassarsi nel modo più completo.
In questa località c’è il giusto connubio tra la bellezza naturale e l’amore per la vita un po’ turistica, tra eventi e serate all’insegna del divertimento.

Cerca un alloggio a Phi Phi Don:

Quando andare alle Phi Phi Islands e a Phi Phi Leh

Oggi, come abbiamo sottolineato, approdare a Phi Phi Leh non è possibile ma questo non significa che non si possano ammirare le isolette attigue, come la vicina Bamboo Island.

Un’altra opzione è poi quella di navigare entro i limiti stabiliti dalla Thailandia così da poter ammirare, almeno da lontano, i colori e il paesaggio dell’isola di Phi Phi Leh rispettando le nuove regole imposte.
Anche solo per uno sguardo, una foto fugace e un piccolo ricordo è possibile andare in zona di Phi Phi Leh. Ma qual è il periodo migliore?

Le Phi Phi Islands, come Krabi e le altre isolette degli arcipelaghi vicini, tra i mesi di novembre e aprile-maggio si trovano nella stagione secca.
Il periodo consigliato dagli esperti per visitare Phi Phi Leh almeno da lontano sono i mesi che vanno da gennaio a marzo.
In questa parte dell’anno una gita in barca si fa tranquillamente e ammirare i luoghi di The Beach da lontano sarà possibile.
Nel mese di settembre tuttavia, nonostante il rischio di piogge e alte maree è possibile godersi le Phi Phi Islands in pace senza che siano troppi turisti con i quali litigarsi la foto migliore.

ESCURIOSNI DA NON PERDERE

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA