Isole Similan: Quando Andare e Come Arrivare. Guida Definitiva 2019

Isole Similan

Le isole Similan si trovano nel Mar delle Andamane e distano circa 80 chilometri dalla più nota e frequentata Phuket; sono comunque molto conosciute ed apprezzate per le meraviglie nascoste sui fondali. Esse, infatti, vengono inserite spesso nell’elenco delle 10 zone di immersione più belle ed interessanti al mondo ed è anche per questo che l’arcipelago è diventato, negli ultimi anni, meta di yacht e barche. Il nome Similan deriva dalla lingua malese e vuol dire “nove”, come il numero di isole che fanno parte di questa meraviglia.

Per la precisione le isole sono: Koh Ba Hgu, Similan, Payu, Miang, Payang, Payan, Payu, Hu Yong, Hin Pousar e Koh Bon che pur trovandosi più distante fa parte ufficialmente del Parco Nazionale.

Prima di prenotare un viaggio in questi luoghi è bene sapere che, in genere le isole sono accessibili dal 15 ottobre al 15 maggio, ma poiché le date possono cambiare ogni anno, è bene informarsi. Su alcune isole l’accesso è proibito perché le tartarughe marine vi depongono le uova.

Le uniche isole dove è possibile pernottare sono Koh Similan e Koh Miang.

Vi si trovano alloggi (bungalow e tende) molto semplici e spartani gestiti direttamente dall’Ente Parco Marino. Le disponibilità sono davvero poche, quindi chi vuole soggiornare deve prenotare con largo anticipo.

Tour consigliati per le Isole Similan:

Caratteristiche delle isole Similan

Queste isole sono per lo più formate da rocce basse, coperte da folta vegetazione, fatta di alberi alti come quello della gomma, e da un sottobosco denso di bambù ed altre piante più piccole. Per quanto riguarda la fauna, si trovano scimmie, scoiattoli, pipistrelli, lucertole ed un’ampia varietà di uccelli.

Ciò che rende particolare la morfologia delle Similan, però, sono grandi formazioni rocciose sparse lungo le coste meridionali ed occidentali di alcune isole. Altri luoghi incantevoli sono le spiagge di sabbia bianchissima e sottile, per la maggior parte deserte. Sotto l’acqua, però, si apre un mondo di meraviglie.

Ci sono infatti spettacolari formazioni coralline, uniche al mondo, che rendono questi luoghi un vero e proprio paradiso per i sub.

isole similan snorkeling

Questi luoghi, nel corso dei millenni,sono stati interessati da eventi particolari: erano completamente ricoperte di acqua, poi, con la formazione delle calotte polari, sono emerse e sono state in balia di eventi atmosferici che ne hanno cambiato e plasmato la morfologia.

Le Similan hanno origini vulcaniche, dovute alla fuoriuscita di magma dalla crosta per cui la loro struttura è granitica. Si possono osservare cumuli di enormi pietre messe una sopra l’altra come se fossero state sistemate ad arte da un essere gigantesco, come, ad esempio, la Sailing Boat Rock, la curiosa formazione in bilico sulla baia di Koh Similan. Le stesse strutture si trovano sotto il mare e formano canyon, grotte e passaggi per gli appassionati del mondo sottomarino.

Come raggiungere le isole Similan e quando andare

Non c’è un vero e proprio servizi di traghetti per chi vuole andare su queste isole. Fra maggio e novembre, in bassa stagione è praticamente impossibile arrivare perché non ci sono barche che fanno questo percorso essendo legate alle condizioni meteo. Nel periodo di alta stagione il punto di partenza delle imbarcazioni è dal molo di Thap Lamu, nella provincia di Phang Nga.

Il giro dura 3 ore, ma è necessario considerare il fatto che lì non ci sono orari certi e non ci sono garanzie di ritornare nel tempo previsto, per cui è meglio attrezzarsi in modo adeguato e prepararsi e rimanere fuori anche un giorno intero. La tassa d’ingresso al Parco è di 200 baht.

Le escursioni verso le Similan partono anche da Phuket e da Khao Lak ed il viaggio può durare 50 minuti o 3 ore, a seconda della barca. Molti appassionati di immersioni scelgono di intraprendere una minicrociera da Phuket, che dura 4 giorni ed offre prezzi e servizi diversi. Il periodo migliore per organizzare un viaggio è da dicembre ad aprile, quando non ci sono effetti dei monsoni che portano venti mossi, pioggia, umidità e mare mosso.

Scegli l’escursione più adatta a te:

Le bellezze sottomarine delle isole Similan

Sailing Boat Rock similan island

Sailing Boat Rock

Molte forme di vita marine hanno creato le meraviglie che oggi si possono ammirare in questo arcipelago. Salendo in cima al Sailing Boat Rock è spettacolare osservare la spiaggia bianca sottostante. Essa si è formata dall’erosione dei coralli dovuta a vari pesci, come ad esempio, il pesce pappagallo che in un anno può arrivare a rosicchiare fino a 20 chili.

Del resto le condizioni per la crescita e lo sviluppo del corallo in queste acque sono ottimali: la temperatura non scende sotto i 28° ed il mare è sempre limpido e trasparente. Nell’arcipelago sono state individuate per ora circa venti specie diverse di corallo, che offrono cibo e riparo ad una quantità incredibile di altre forme di vita rendendo questi luoghi fra i belli e vari al mondo. Si possono vedere gorgonie, tonni, banchi di pesci tropicali e tartarughe.

Tutto questo ogni anno attira centinaia di yacht e barche a vela da crociera che gettano l’ancora in questi posti fantastici. Il periodo migliore è durante il monsone di nord –est, quindi da novembre a maggio con un massimo a dicembre-gennaio, clou dell’alta stagione.

Molte escursioni possono essere prenotate da Phuket per andare a scoprire questa meraviglia della natura. Le attrezzature per lo snorkeling e le immersioni possono essere noleggiare presso i centri specializzati a Khao Lak che sapranno anche fornire tutte le indicazioni necessarie.

Trekking sulle isole Similan

Ko Miang

Ko Miang

Per chi vuole alternare la scoperta della vita sottomarina ad interessanti percorsi di trekking, ci sono alcuni sentieri da seguire. A Ko Miang, ad esempio, c’è lo Small Beach Track, un sentiero di circa 350 metri, adeguatamente segnalato, che conduce ad un luogo adatto per lo snorkeling. Per attraversare la foresta, invece, ci sono due percorsi brevi, ma che in alcuni punti possono diventare ripidi, si tratta del Sunset Point e del ViewPoint Trail che portano a due formazioni granitiche dalle quali ammirare un panorama mozzafiato.

Sull’isola di Koh Similan c’è un percorso più lungo, circa 3 chilometri, che arriva ad uno dei punti più belli e suggestivi di tutto l’arcipelago.

ESCURIOSNI DA NON PERDERE

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA