Koh Tarutao: Alla scoperta del Parco Nazionale Marino

Koh Tarutao

Koh Tarutao, il cui nome vuol dire Isola del Vecchio, è il Parco Nazionale Marino più esteso di tutta la Thailandia e, sebbene sia sempre molto affollato di turisti, rimane un’attrazione irrinunciabile per la sua bellezza e per la presenza di un’incredibile biodiversità che permette di osservare nel proprio habitat numerose specie animali e la tipica foresta pluviale.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !
Booking.com

Il periodo migliore per visitare il Parco Nazionale Marino di Koh Tarutao

Per godere al meglio dello spettacolo naturale che questi luoghi possono regalare al visitatore, è sempre opportuno informarsi bene su quale sia il miglior periodo per organizzare un viaggio, evitando così la spiacevole situazione di trovarsi proprio nel mezzo della stagione delle piogge. I mesi migliori in questo caso sono quelli compresi fra novembre ed aprile, durante i quali il clima è sufficientemente secco e le precipitazioni quasi del tutto assenti.

Come arrivare al Parco Nazionale di Koh Tarutao

Dopo aver raggiunto lo scalo di Bangkok è necessario prendere un volo verso la Thailandia del Sud, destinazione Hay Tai. Da qui partono regolarmente dei pullman che portano a Pak Bara, località dalla quale salpano i traghetti che vanno all’isola di Koh Tarutao con un viaggio di circa un’ora e mezza.

Pak Bara può essere raggiunta anche tramite bus di linea che partono dalla città di Satun. I traghetti collegano anche le varie isole tra loro soprattutto Koh Tarutao con Koh Lipe.

Sempre da Pak Bara, poi, ci sono motonavi che portano direttamente in Malesia e precisamente al Parco Nazionale di Langawi, un’occasione per visitare un’altra meraviglia naturale. L’ingresso al Parco Nazionale di Koh Tarutao costa circa 200 bath poco più di 5,50 euro ( a seconda del cambio).
Puoi prenotare il trasferimento per andare a Ko Lipe cliccando qui sotto. Consigliamo di prenotare per tempo, in quanto c’è poca disponibilità:

Cos’è il Parco Naturale Marino di Koh Tarutao

koh tarutao national marine park

Questo Parco Nazionale è stato istituito nel 1974 e copre un’area di ben 1490 Km² a sud della costa thailandese, immerso nel Mar delle Andamane e facente parte della provincia di Satun. L’interno parco comprende circa 51 isole di varie dimensioni, suddivise nel gruppo delle Tarutao ad est ed in quelle di Adang-Rawi ad ovest. Esso, inoltre, ha tre arcipelaghi: quello di Tarutao, quello di Adang e quello di Glang. Il parco ospita numerose specie animali ed in particolare è possibile avvistare zibetti, cinghiali, langur, buceri, uccelli rapaci, cobra reale e circa 100 specie di uccelli. Nel Parco Nazionale di Koh Tarutao è permesso soggiornare presso i bungalow presenti su alcune isole che, tuttavia, essendo pochi rispetto alle tante richieste devono essere prenotati con anticipo sul sito apposito dei Dipartimento dei Parchi Nazionali. In alternativa si possono noleggiare attrezzature da campeggio direttamente al momento dell’arrivo sul posto.

Presso varie agenzie presenti a Koh Lipe vengono organizzate immersioni ed attività di snorkeling per avere l’opportunità di vedere da vicino i meravigliosi fondali e le variegate forme di vita che li abitano. I più pigri, invece, hanno a disposizione lunghi arenili di sabbia bianchissima per distendersi sotto il sole e godere delle acque cristalline.

Attrazioni del Parco Marino di Koh Tarutao

Koh Lipe: Come arrivare e quando andare

Koh Lipe

All’interno del Parco l’attrazione più famosa è rappresentata da Koh Lipe, un’isola dalle piccole dimensioni che tuttavia ospita la maggior parte dei turisti che arrivano in questi luoghi. Essa ha conosciuto, negli anni, uno sviluppo di strutture così intenso da aver occupato la quasi totalità delle sue coste, fra resort e depositi delle imbarcazioni tipiche per i giri fra le isole. Per questo motivo, però, Koh Lipe rappresenta anche l’unica località del parco dalla quale partire con i motoscafi per arrivare nelle altre località e dedicarsi alle immersioni.

PRENOTA UN ALLOGGIO A KOH LIPE

LEGGI ANCHE: Koh Lipe: Come arrivare e quando andare

Koh Tarutao, invece, è l’isola più estesa, con i suoi 150 km², 26 km di lunghezza, 11 m di larghezza e la vetta più alta che arriva a circa 700 m s.l.m. Essa ospita anche la sede del Parco Nazionale Marino ed offre due punti di approdo per le imbarcazioni ed i motoscafi che giungono dalle alte isole dell’arcipelago o da Pak Bara.

Il centro abitato offre alcuni servizi per i turisti, un negozio, un centro accoglienza ed altre piccole attività ma non dispone di sportelli bancari o ATM per cui è consigliabile portare con sé denaro contante a sufficienza per il soggiorno. Per muoversi sull’isola ci sono pochi taxi, ma in alternativa si possono noleggiare mountain bike, mentre per i pernottamento ci sono bungalow o tende da noleggiare presso la locale sede dei ranger. Non è raro osservare cinghiali, macachi o languri che si spingono fino alle aree turistiche in cerca di cibo, soprattutto quando tramonta il sole, così come potrebbe essere particolarmente piacevole passeggiare la sera con una torcia per avvistare altri animali notturni.

Mo Lay Bay è una bellissima spiaggia di sabbia bianchissima, ubicata a sud dell’isola, dove si trovano alcuni bungalow, un campeggio, un ristorante ed un noleggio di bici. È fra le baie più belle del Parco e varrebbe davvero la pena soggiornarvi qualche giorno per approfondire la visita di questi luoghi dove cinghiali, zibetti e scimmie, sono soliti farsi ammirare soprattutto nell’area del ristorante. Qualora si preferisca una zona più tranquilla e meno frequentata dai turisti, la destinazione è senza dubbio Ao Son Bay, a circa 4 chilometri a sud di Mo Lay Bay. Qui, infatti, le strutture ricettive a disposizione sono davvero poche e per questo è meno frequentata rispetto ad altre zone. Tuttavia la presenza di un corso d’acqua nel pressi della stazione dei ranger permette di avvistare vari animali, soprattutto rapaci, anche con l’aiuto delle guide locali. A differenza delle altre zone, però, non è possibile noleggiare mountain bike.

VEDI ANCHE: PARCO NAZIONALE MU KO ANG THONG

Nelle immediate vicinanze c’è un sentiero che porta a delle bellissime cascate, con un percorso di circa 3 chilometri; i più sportivi possono dedicarsi anche ad uscite in kayak. Ao Ta Lo Woo Pier si trova, invece, sul lato est di Koh Tarutao ed è una baia rocciosa sulla quale si sviluppa una spettacolare parete calcarea oltre ad un percorso di circa 12 chilometri che attraversa le piantagioni di caucciù. Un altro sentiero, invece, porta ad alcune interessanti costruzioni storiche legate alla Seconda Guerra Mondiale con pannelli esplicativi che raccontano anche storie poco conosciute legate a questi luoghi.

Ko AdangPer raggiungere l’isola di Ko Adang si parte da Ko Lipe con le tipiche imbarcazioni a coda. Questa è la seconda isola più grande del Parco: è lunga 6 km, larga 5 km ed il suo punto più alto misura quasi 700 m. Anche su Ko Adang ci sono diverse strutture ricettive, sia bungalow che tende a noleggio, un ristorante e la locale stazione dei ranger. Sono presenti alcuni sentieri praticabili a piedi, il più bello del quale si sviluppa per circa 2,5 km e porta a diversi punti panoramici e ad una cascata; un altro, più breve, offre dei bellissimi scorci su Koh Lipe.

Ko KaiKo Kai, una piccola isola fra Ko Tarutao e Ko Adang è visitabile in un giorno perché non dispone di alloggi. La partenza è, come sempre, da Koh LIpe per arrivare su quella che da molti è considerata la spiaggia più bella ed offre anche una fantastica vista sul Parco Nazionale Marino.

 

PER VEDERE TUTTI I PARCHI DELLA THAILANDIA VAI QUI —> PARCHI

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA