Parco Nazionale Di Ao Phang Nga: Cosa vedere, come arrivare. Tour ed escursioni

Parco Nazionale Di Ao Phang Nga

La Baia di Phang Nga è uno dei luoghi più belli della Thailandia, con centinaia di isole frastagliate, immerse in un mare verde smeraldo. Essa, proprio per questo, è fra le bellezze naturali di tutto il sud est asiatico maggiormente apprezzate dai turisti.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !
Booking.com

Soprattutto dal 1974, poi, da quando l’isola di Ko Khao è stata il set del film di James Bond, moltissimi viaggiatori arrivano in questi luoghi, portati dalla curiosità e dalla voglia di seguire le orme dell’agente segreto più noto del grande schermo. Il Parco Nazionale Ao Phang Nga, istituito nel 1981, appartiene proprio alla provincia di Phang Nga, vicino a quelle di Phuket e Krabi; esso si estende per circa 400 km2 nel Mar delle Andamane e comprende 42 isole di varie dimensioni.

Le bellezze dell’Ao Phang Nga National Park: cosa vedere

Fra le caratteristiche più rilevanti di questa parte della Thailandia, ci sono le magnifiche ed imponenti scogliere, che nascondono dei gioielli ancora più belli: le grotte marine, che qui sono dette hong. Questa parola, in lingua thailandese, vuol dire ‘stanze’; esse sono, infatti, delle cavità naturali calcaree, formatesi sotto l’acqua circa 130 milioni di anni fa e portate, poi, in superficie dai movimenti della crosta terrestre.

La successiva erosione da parte degli agenti atmosferici ha contribuito a creare delle vere e proprie opere d’arte naturali. La baia, quindi, è caratterizzata da una miriade di piccole isole, lagune, spiagge, grotte e monumenti rocciosi che creano degli ecosistemi stabili in grado di ospitare numerose forme di vita vegetali ed animali.

Tutte queste bellezze possono essere tranquillamente visitate con le canoe; infatti molte agenzie di Phuket organizzano delle emozionanti gite per esplorare il parco. Si può scegliere fra tour di varia tipologia che durano un solo giorno oppure di più, fino ad arrivare ad una vera e propria minicrociera di 6-7 giorni.

Esse sono di solito prenotabili direttamente presso la maggior parte degli hotel; in questo caso le escursioni prevedono anche il transfert da e per l’albergo. Molti degli hongs si possono visitare solo con la bassa marea perché l’ingresso è molto piccolo ed al di sotto del pelo dell’acqua. Una volta entrati si viene colpiti dai raggi si luce che, penetrando dalle fessure, creano dei veri e propri giochi sulle pareti calcaree.

Come accennato in precedenza, fra le attrazioni dell’Ao Phang Nga National Park c’è anche la cosiddetta isola di James Bond, Ko Khao Phing Kan, che in lingua locale vuol dire ‘isola che pende’. Qui è stato girato il film con Roger Moore, ‘l’uomo dalla pistola d’oro’ e, successivamente nel 1997, ‘Il domani non muore mai’ con Pierce Brosnan.

Khao Phing Kan james bond island

isola di James Bond

La baia è ricca di flora e fauna con molte specie di mangrovie, uccelli marini, pesci anche rari, rettili e mammiferi. Un’altra interessante attrazione da vedere nel parco è Koh Panyi, un villaggio musulmano abitato da pescatori, che hanno costruito le loro abitazioni sopra della caratteristiche palafitte di mangrovie, collegate fra loro da un labirinto di passaggi pedonali; esso è chiuso da un enorme masso calcareo.

Qui si può mangiare del pesce freschissimo e molto ben cucinato tant’è che durante tutto il giorno è preso letteralmente d’assalto dai turisti. Quando arriva il tramonto, però, la gente va via ed il villaggio acquista di nuovo la sua deliziosa atmosfera originaria.

Come arrivare all’Ao Phang Nga National Park

Dall’aeroporto di Krabi il modo migliore, ed anche il più economico, per arrivare qui è senza dubbio l’autobus. Il viaggio dura poco più di due ore e, sebbene i mezzi non siano sempre puliti e di ultima generazione, sono abbastanza confortevoli. Da Phang Nga si può, invece, usare uno dei tanti taxi condivisi oppure un’auto presa a noleggio; in entrambe i casi si deve arrivare a Tha Dan, dove c’è proprio la sede del Parco Nazionale.

Da qui le opportunità per visitare la zona sono molte; si può noleggiare una barca direttamente dal molo vicino e, per circa 1500 baht, è possibile fare un tour di 3 ore. Presso la stazione dove arrivano i bus, invece, i turisti sono subito circondati da persone che vogliono vendere i propri servizi; il consiglio migliore, quindi, è quello di non scegliere subito un tour, ma di vagliare con attenzione le varie proposte per evitare raggiri.

Come detto in precedenza si può anche organizzare tutto direttamente in hotel, evitando qualunque problema e godendosi solo la gita. Il tour, che include l’isola di James Bond, Ko Panyi e molte delle altre isolette che punteggiano la baia, può partire anche da Krabi o da Phuket, anche se il costo è decisamente superiore.

Quando visitare l’Ao Phang Nga National Park

La Baia di Phang Nga, come gran parte della Thailandia, ha un clima tipicamente tropicale monsonico con temperature che oscillano dai 20 ai 34°C. Le stagioni principali sono due: quella secca che va da novembre ad aprile e quella delle piogge, da maggio ad ottobre, caratterizzata dai monsoni che portano piogge copiose, venti e mare molto mosso.

I mesi di aprile e maggio sono particolarmente caldi con temperature che raggiungono i 35°C. Per questi motivi, il periodo migliore per visitare l’Ao Phang National Park è quello che va da fine novembre agli inizi di maggio, poiché si realizzano le migliori condizioni atmosferiche, con precipitazioni quasi del tutto assenti e temperatura del mare perfetta per le immersioni, con ottima visibilità per lo snorkeling.

L’ingresso al parco costa 300 baht per gli adulti e 100 baht per i bambini; per acquistare il biglietto ci si può recare all’Ufficio del Parco, aperto dalle 8 alle 16.

Cosa vedere e cosa fare nell’Ao Phang Nga National Park

La maggior parte dei tour organizzati portano sempre negli stessi luoghi del parco, considerati quelli più belli e rappresentativi, soprattutto se il tempo a disposizione è poco e si sceglie una gita giornaliera.

Le imbarcazioni fanno il giro della baia per permettere ai turisti di ammirare le spettacolari formazioni rocciose, le lagune nascoste, le spiagge e le grotte. Khao Ping Gan è una delle mete imperdibili, ovviamente, così come la grande roccia Ko Tapu, proprio davanti all’isola di James Bond e che spesso viene presa come simbolo del Parco Nazionale Ao Phang Nga. Questi luoghi sono pieni di bancarelle e venditori ambulanti con qualunque tipo di oggetto, per cui spesso la bellezza della natura viene sminuita dalla presenza di un turismo di massa troppo pressante e da un’atmosfera che non è adeguata a questo paradiso.

Se possibile, sarebbe opportuno optare per tour un po’ più lunghi, cercando di dormire a Ko Panyi per godere pienamente delle bellezze di questo villaggio, quando la folla se ne va, lasciando spazio al silenzio ed alla tranquillità.

Ko Panyi

Ko Panyi

All’interno del parco, la principale attività è quella di spostarsi con la canoa; si tratta, infatti, di una imbarcazione assolutamente ecologica che non mette in pericolo l’ecosistema di queste zone, ma rende possibile ammirarne tutte le bellezze. In questo modo, poi, si possono raggiungere agevolmente anche le lagune più nascoste, le grotte accessibili solo in questo modo e le bellissime paludi di mangrovie.

Il tramonto, quando le tipiche imbarcazioni thailandesi fanno ritorno, è il momento più suggestivo per scattare delle magnifiche fotografie, in quanto la luce che si riflette sulle formazioni rocciose regala degli spettacoli unici al mondo.

Tour ed Escursioni

Questi sono i migliori tour ed escursioni che ti consigliamo in questa zona. La richiesta è molto elevata quindi non perderti uno dei seguenti tour!

 

Cosa mangiare e dove dormire

Per visitare con calma l’Ao Phang Nga National Park ci si può fermare anche qualche notte; lo si può fare sia presso il villaggio Koh PanYi sia a Tha Dan, dove c’è il punto di partenza principale per le visite al parco.

CERCA UN ALLOGGIO VICINO AL PARCO. OCCHIO CHE AL MOMENTO LE STRUTTURE SONO POCHE:

I piatti tipici di questa zona della Thailandia sono il kow yum ed il mussamein gai. Il primo è una salsa di pesce, cocco, gamberetti, alcuni tipi di frutta e verdura servita con riso. L’altro, invece, consiste in un tipo di pollo molto speziato, servito con patate e riso.

Molta anche la frutta tipicamente tropicale come il farlung, il malakor o il ngor.

Dove si trova? Mappa

Con la mappa qui sotto puoi farti un’idea migliore di dove si trova il Parco per esempio rispetto Phuket e Phi Phi Island.

phang nga

Mappa

PER VEDERE TUTTI I PARCHI DELLA THAILANDIA VAI QUI —> PARCHI

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA