Parco Nazionale di Doi Inthanon: Cosa vedere, come arrivare. Tour ed escursioni

Parco Nazionale di Doi Inthanon

Cos’é il Parco Nazionale di Doi Inthanon

Anche se la Thailandia viene solitamente associata a paesaggi marini caratterizzati dalle famose acque cristalline color verde smeraldo e dalle sconfinate distese di sabbia candida, il paese offre anche l’opportunità di ammirare meravigliosi paesaggi montani, da scoprire nell’entroterra.

Il Parco Nazionale di Doi Inthanon è una vastissima riserva naturale situata nella parte settentrionale del paese, dove ancora oggi è possibile incontrare tribù indigene che vivono isolate dal mondo, in assoluta armonia e in completa simbiosi con la natura circostante.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !
Booking.com

Per incominciare l’escursione al Parco Doi Inthanon si deve partire da Chiang Mai, una località meglio conosciuta col nome di capitale del nord, e particolarmente interessante per la ricchezza dei templi e di altre vestigia del passato ancora molto ben conservate.

Da Chiang Mai si raggiunge agevolmente la Riserva Naturale che prende il nome appunto dalla cima di Doi Inthanon, la montagna più alta di tutta la Thailandia.

Inizialmente si deve percorrere una stretta valle alberata talmente ricca di vegetazione che non è possibile vedere la sua fine, e caratterizzata dall’ombra dei boschi presenti sui pendii.

Dall’area di Mae Wang l’itinerario è affrontabile unicamente a dorso d’elefante, dato che le condizioni dei sentieri non permettono il transito di veicoli di alcun tipo, neppure di fuoristrada.

L’emozione offerta da questo genere di trasferimento è assoluta e contribuisce a creare la magica atmosfera che caratterizza questi luoghi incantati, i cui paesaggi non sono immaginabili.

La lunga salita prevede anche il passaggio di piccoli corsi d’acqua che i pachidermi sono in grado di fare senza troppi problemi, ma che un veicolo non potrebbe affrontare.

L’attraversamento della foresta pluviale di Doi Inthanon dura circa un’ora, durante la quale si rimane praticamente inghiottiti dalla giungla, sviluppata in ogni direzione, sovrastante e impenetrabile se non dagli elefanti che non temono nulla.

Alla fine di questa prima fase, il Parco Nazionale è visitabile soltanto a piedi e quindi è necessario essere muniti di un’adeguata attrezzatura da trekking.

La natura selvaggia si distingue per una indescrivibile bellezza, dove la flora particolarmente rigogliosa ospita animali meravigliosi, soprattutto farfalle dai colori vivaci e molti uccelli in grado di mimetizzarsi con la vegetazione.

cascate Parco Nazionale di Doi Inthanon

La presenza delle fresche cascate di Mae Tien offre l’occasione per riposare all’ombra di alberi giganteschi, anche se non è consentito bagnarsi a causa della vortici dell’acqua,.

Sono presenti numerosi corsi d’acqua di differenti dimensioni, spesso attraversati da ponti naturali formati da tronchi d’albero caduti; in tutta la zona infatti si scatenano violenti acquazzoni, la cui forza è in grado di abbattere parte della vegetazione.

Un aspetto che colpisce immediatamente i turisti è quello della biodiversità in quanto in spazi abbastanza confinati si possono ammirare le specie più differenti, che crescono a diretto contatto, cercando di colonizzare tutte le zone disponibili e sovrapponendosi tra loro.

Il Parco si presenta con una continua alternanza di vallate e di zone di foresta impenetrabile, con pochissimi insediamenti umani, a parte un unico villaggio che si trova su un’area bonificata e ricca di coltivazioni di riso.

Per mantenere pulite alcune zone della Riserva, gli indigeni sono soliti incendiare ampi tratti di foresta che altrimenti sarebbe totalmente invasiva; le ceneri prodotte da tali incendi servono per concimare il terreno, ideale per la produzione di riso.

Tra gli animali che vivono dentro al Parco Nazionale di Doi Inthanon ci sono i possenti bufali, la cui indole ormai abituata consente loro di lasciarsi ammirare dai turisti.

Moh Wa Kee Parco Nazionale di Doi Inthanon

Il piccolo villaggio di Moh Wa Kee, che si trova all’interno della Riserva su una collina che sovrasta la foresta, si distingue per pittoresche abitazioni su palafitte, realizzate sia a scopo di difesa dai predatori sia per evitare le frequenti inondazioni del terreno, causate dalle piogge torrenziali.

Particolarmente caratteristica è poi la visione del bestiame che si ripare sotto a queste palafitte, che fungono quindi da ricovero durante la stagione delle piogge.
Le poche capanne in legno sono rivestite internamente da grandi veli sottili, il cui scopo è quello di tenere lontani i numerosi (e spesso pericolosi) insetti.

SONO POCHI GLI ALLOGGI VICINO AL PARCO. PRENOTA ORA E IN CASO DISDICI QUANDO VUOI:

 

Che cosa fare al Parco Nazionale di Doi Inthanon

Parco Nazionale di Doi Inthanon

Oltre il villaggio di Moh Wa Kee si estende una vastissima parte del Parco Nazionale, sempre caratterizzato dalla presenza invasiva della foresta pluviale alternata ad appezzamenti di terreno coltivati a risaia e a qualche radura.

Le zone coltivate hanno un tipico aspetto a gradoni degradanti lungo i fianchi delle numerose aree collinari e contribuiscono a rendere unico questo paesaggio naturale.

Nella zona più interna della Riserva sono localizzate le impetuose Cascate di Mae Mood, molto più estese della precedente e soprattutto caratterizzate da un maggiore dislivello.

La vegetazione che cresce intorno ad esse si distingue per lo spessore delle foglie, molto grosso che le rende simili a piccole piante grasse; si tratta di un ulteriore esempio della biodiversità tipica di questa oasi naturale.

Arrivando al torrente interno al Parco Nazionale di Doi Inthanon è possibile effettuare un suggestivo giro su canoe costruite con lunghe canne di bambù, seguendo il corso della corrente.

Si tratta di un’esperienza indicata soltanto per persone adulte e capaci di nuotare dato che il corso del torrente presenta alcuni punti di turbolenza.
La zona è molto scenografica poiché grandi alberi si protendono sull’acqua creando una specie di galleria vegetale.

Al termine del percorso il torrente si infila in una stretta gola dove la pendenza non è eccessiva, ma i vortici sono decisamente notevoli.

Nella parte finale del Parco sono presenti sentieri percorribili con maggiore facilità, dove è consentito anche l’accesso alle auto; questa parte della Riserva è meno scenografica, ma consente di ammirare senza troppe difficoltà la natura sempre rigogliosa.

Gli appassionati di trekking possono seguire un altro itinerario più impegnativo che, partendo dalla strada carrabile, si inoltra nuovamente nella foresta percorrendola da un altro versante e arrivando al villaggio dal basso.

Su questo sentiero è possibile ammirare molti alberi ricoperti da un groviglio inestricabile di liane, dove vivono moltissimi uccelli appartenenti a specie protette.

Anche in questo caso è sempre necessario seguire le indicazioni delle guide poiché la foresta è molto pericolosa e la possibilità di perdere l’orientamento è sempre presente.

Tour ed Escursioni

Di seguito trovate i migliori tour per il Parco. Attenzione che la disponibilità di queste escursioni si esaurisce facilmente:

 

Come funziona il Parco Nazionale di Doi Inthanon

Il Parco Nazionale di Doi Inthanon si trova sull’altopiano settentrionale della Thailandia alle pendici della porzione meridionale della catena dell’Himalaya.

La montagna di Doi Inthanon, che è la più alta di tutto il paese, è caratterizzata da un clima molto differente da quello tipico in quanto spesso si raggiungono zero gradi.

La cima, alta quasi 2600 metri, offre l’opportunità di ammirare un paesaggio inconsueto per la Thailandia e durante l’inverno diventa una meta ambita dai Thailandesi che vi si recano per festeggiare il freddo, un evento davvero inconsueto per loro.

La montagna è inoltre frequentata da appassionati di bird-watching dato che ospita numerose specie rarissime di uccelli che vivono indisturbati tra la foresta e i meravigliosi esemplari di orchidee.
Sono oltre 400 le specie di volatili che è possibile ammirare, insieme a rari esemplari di orso bruno asiatico e di macachi marroni, tutti animali protetti.

Il complesso Tham Chiang Dao è formato da oltre dieci chilometri di grotte scavate all’interno della montagna e permette di osservare da vicino alcuni esemplari rarissimi di fauna ipogea.

Nei pressi del Parco Nazionale di Doi Inthanon è situato anche il Tempio Chom Tong che ospita alcune reliquie di Buddha, oggetto di venerazione da parte della popolazione indigena, che regolarmente ogni anno effettua dei pellegrinaggi.

Dove si trova? Mappa

Come puoi vedere da questa mappa, il parco si trova molto vicino a Chiang Mai.

 

Parco Nazionale di Doi Inthanon dove si trova mappa

Mappa

SONO POCHI GLI ALLOGGI VICINO AL PARCO. PRENOTA ORA E IN CASO DISDICI QUANDO VUOI:

 

PER VEDERE TUTTI I PARCHI DELLA THAILANDIA VAI QUI —> PARCHI

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA