Parco Nazionale Di Khao Yai: Cosa vedere, come arrivare. Tour ed escursioni

Parco Nazionale Di Khao Yai thailandia

Parco Nazionale Di Khao Yai

Creato come Parco Nazionale nel 1962, Khao Yai è stato uno dei primi del paese e rimane una delle più importanti strutture naturalistiche della Thailandia sia riguardo agli esemplari di flora e fauna, sia soprattutto per la biodiversità dell’ambiente.

A circa 120 chilometri da Bangkok, nella zona nord orientale della provincia, le sconfinate pianure centrali lasciano il posto alle pendici dei Monti Phanom Dongrek, che si distinguono per fitte foreste tropicali.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !
Booking.com

Parco Nazionale Di Khao Yai

Cos’é il Parco Nazionale Khao Yai

Particolarmente amato dalla popolazione locale ed esteso su un’area di oltre due chilometri quadrati, Khao Yai si sviluppa si quattro provincie con un’estensione tale da renderlo il terzo parco Thailandese.

Posto su un’ampia zona di roccia calcarea della catena montuosa, il Parco ha un’altidudine, che varia da 800 metri (Monte Khao Kaew) fino a 1350 metri (Monte Khao Rom).

Questa ambientazione lo rende particolarmente ricco di habitat molto differenti, che comprendono ampie zone collinare alternate ad altre pedemontane fino ad arrivare a vere e proprie cime di altezza considerevole.

La sua denominazione “Khao Yai” in lingua Thailandese significa “Montagna Grande”, con riferimento ai numerosi rilievi che emergono dalle ampie estensioni di foreste decidue miste a quelle sempreverdi.

All’interno del Parco si trovano le sorgenti di cinque fiumi e anche le meravigliose Cascate di Haeo Suwat che vennero scelte come location per il film “The Beach” con Leonardo di Caprio.

Oltre a queste, sono presenti numerose altre cascate che sgorgano da pareti rocciose di estremo fascino e che contribuiscono a creare un habitat ideale per numerosi esemplari di flora e fauna autoctone.

Meta di frequenti pellegrinaggi da parte di gran parte della popolazione del posto che, soprattutto nei week-end e nelle festività è solita trascorrere intere giornate nel Parco, Khao Yai viene considerato una meta perfetta per chi ama immergersi nella natura ancora incontaminata e selvaggia.

Data la sua ampiezza è assolutamente sconsigliabile visitare il Parco a piedi in quanto non sarebbe possibile vederlo in maniera soddisfacente, molto meglio prendere a noleggio un motorino (se si desidera essere autonomi) oppure unirsi ai vari tour organizzati.

Come arrivare al Parco Nazionale Khao Yai

Questa struttura è distante circa 120 chilometri dalla capitale Bangkok e 110 chilometri da Nakhon Ratchasima, che rappresentano di solito i punti di partenza per un’escursione al Parco Nazionale.

NON HAI ANCORA PRENOTATO IL TUO HOTEL A BANGKOK E DINTORNI? CLICCA QUI SOTTO PER SCOPRIRE LE OFFERTE

Il centro urbano più vicino è Pak Chong, un piccolo centro urbano distante 30 chilometri dal Parco e che è comodamente raggiungibile in bus oppure in treno dalle città vicine.

E’ sempre preferibile arrivare al Khao Yai alla mattina evitando di pernottare in zona dato che l’afflusso turistico, soprattutto nei giorni festivi, è massiccio e quindi potrebbe essere difficile trovare posto, anche perché la ricettività è piuttosto limitata.

Un’opzione particolarmente apprezzata dai turisti è quella di trascorrere una notte all’interno del Parco, prenotando con un adeguato anticipo per poter disporre di comode camere d’albergo al THE CHILI RESORT oppure di graziosi bungalow.

ECCO IL THE CHILI RESORT

Considerata la posizione strategica, la disponibilità è limitata, quindi controlla subito la disponibilità. Puoi anche prenotare ora e disdire più avanti. Clicca il pulsante qui sotto per riservare il tuo posto:

E’ disponibile anche un campeggio ben organizzato che offre l’opportunità di trascorre una notte a diretto contatto con un ambiente naturale difficilmente visibile altrove.

Tour ed Escursioni

Qui sotto trovate tutti i tour, escursioni e trasferimenti per il Parco Nazionale di Khao Yai:

Dove si trova: Mappa

Qui sotto potete vedere la mappa per capire per esempio dove si trova il parco rispetto a Bangkok:

mappa parco nazionale khao yai

Mappa Parco Nazionale Khao Yai

Cosa vedere al Parco Nazionale Khao Yai

Gli animali che vivono in assoluta libertà all’interno di questa oasi naturale rappresentano la sua principale attrattiva sia per l’estrema varietà delle specie presenti sia per la possibilità di ammirare esemplari di varie razze molto da vicino.

Infatti una delle principali caratteristiche del Parco si collega alle modalità di vita della fauna che, potendo disporre di un’estensione di terreno così ampia, è in grado di organizzare i propri ritmi senza nessun condizionamento.

Il presupposto necessario per ammirare il maggior numero possibile di animali rimane quello di affidarsi a tour organizzati, i quali, conoscendo alla perfezione le abitudini e gli orari delle varie specie, possono accompagnare i turisti in maniera consapevole.

Elefanti che attraversano la strada e che si lasciano avvicinare senza paura (sono presenti circa 200 esemplari), coccodrilli che nuotano di fianco alle imbarcazioni dei turisti, serpenti stesi al sole oppure anche giganteschi pappagalli che stazionano sui rami degli alberi sono soltanto alcuni esemplari che si possono ammirare inseriti nel loro habitat naturale.

Un’attrattiva speciale del Parco sono le scimmie, tra cui in particolare gli incredibili e giganteschi gibboni neri e marroni dalle mani bianche (una specie in via d’estinzione), che si avvicinano tranquillamente all’uomo.

In questa area protetta trovano rifugio anche alcuni cervi, come il piccolo Muntiak (cervo abbaiante) e il Sambar (cervo di Aristotele), oltre al Tragulo che, con la sua altezza di soli 20 centimetri, viene considerato una rarità assoluta.

Gli inconfondibili Macachi Nemestrini vivono aggrappati ai rami degli alberi, da cui lanciano alte grida di richiamo, così come i Buceri, abituati a battere ritmicamente le ali per attirare l’attenzione dei visitatori.

Nel Parco vivono alcune colonie di Bucero Bicorne, che si distingue per un aspetto particolarmente suggestivo di colore nero e giallo, da distinguere dal Bucero Bianconero tipico dell’area orientale.

Esteticamente meraviglioso, il Fagiano Argentato rappresenta una delle principali attrattive dell’Oasi Naturale, nella quale vivono ancora alcuni esemplari.

Sono presenti alcuni Orsi Tibetani e Malesi, tigri e Leopardi Nebulosi, e i famosi Gatti Marmorizzati, tutti animali che non devono essere avvicinati se non sotto il controllo di guide specializzate ed esperte delle abitudini degli animali.

Nel Parco sono ospitate oltre 300 specie di uccelli e più di 30 varietà di mammiferi di grandi dimensioni.

Per quanto riguarda la flora bisogna tenere conto che le condizioni climatiche (calde e piovose) sono tipiche della giungla e che di conseguenza le specie vegetali appartengono a questo genere di vegetazione.

La foresta tropicale decidua, tipica del territorio, si presenta impenetrabile e foltissima, costituita principalmente da alberi caducifoglie di elevate dimensioni che spesso sono avvolti da liane inestricabili.

In alcune zone si estendono aree di ampia prateria, dove vive la maggior parte degli animali, e che è agevolmente percorribile anche con jeep.

I sentieri percorribili sono piuttosto accidentati e offrono l’occasione per effettuare trekking a piedi oppure gite con il fuoristrada.

Come muoversi all’interno del Parco Nazionale Khao Yai

Il modo migliore per esplorare il Parco nazionale è di certo quello di percorrere a piedi i numerosi sentieri, dei quali alcuni sono facili e altri più impegnativi.

La loro ubicazione e le difficoltà presenti sono segnalate su specifiche mappe visibili all’ingresso dell’area protetta e che è consigliabile consultare prima di qualsiasi escursione.

Uno dei percorsi più frequentati è quello che porta alle bellissime Cascate di Haew Suwat, alte oltre 25 metri, e che offrono l’opportunità di ammirare uno spettacolo naturale di incredibile fascino.

Cascate di Haew Suwat

Cascate di Haew Suwat

Tutti gli itinerari sono contrassegnati da un numero e sono di agevole percorrenza, a patto di munirsi di calzature adatte, di abbigliamento comodo e di un’adeguata scorta d’acqua.

Dato che sono presenti moltissimi insetti di varie specie è necessario premunirsi con repellenti, dato che, soprattutto durante il periodo delle piogge, è possibile incontrare anche delle sanguisughe.

Nominato Patrimonio Unesco dal 2005, il Parco Nazionale Khao Yai costituisce una meta imperdibile per gli appassionati di fotografia non soltanto per la natura selvaggia e incontaminata che lo caratterizza, ma anche per la possibilità di isolarsi completamente in un silenzio irreale, interrotto unicamente dai versi degli animali.

Sarebbe consigliabile dedicare almeno un week end per visitare in maniera approfondita questa meravigliosa Area Protetta, considerata una delle più suggestive dell’intero pianeta, ma, se ben organizzata, è possibile anche dedicarvi una sola giornata.

Bisogna sempre informarsi dai guardiaparco del reale stato dei sentieri che a volte viene condizionato dalle condizioni climatiche oppure della presenza di animali.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI UN HOTEL IL THAILANDIA:

PER VEDERE TUTTI I PARCHI DELLA THAILANDIA VAI QUI —> PARCHI

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA