Parco Nazionale Di Mu Ko Similan: Cosa vedere, come arrivare. Tour ed escursioni

Parco Nazionale Di Mu Ko Similan

Parco Nazionale Di Mu Ko Similan

Il Parco Nazionale Mu Ko Similan è stato istituito ufficialmente nel 1982 per cercare di salvaguardarne la bellezza e la biodiversità. Esso, infatti, offre una ricca vita marina che si compone di ampie barriere coralline di vario tipo, di spiagge lunghe e bianchissime e di un mare trasparente.

Tutte queste caratteristiche rendono le Similan uno dei migliori arcipelaghi dove effettuare immersioni subacquee e snorkeling. Questa particolarità, però, lo rende anche troppo affollato ed ogni anno milioni di turisti si recano in queste zone per visitarle.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI !
Booking.com

Per questo motivo le autorità locali si sono viste costrette a limitare gli accessi giornalieri. Da circa 7000-8000 persone al giorno, infatti, il numero di visitatori consentito è stato fissato a 3.325. Questo grande afflusso di turisti è anche giustificato dal fatto che l’arcipelago è vicino a due grandi città sulla costa, Khao Lak e Phuket, e le imbarcazioni partono con frequenza dal molo di Thap Lamu Pier, rendendo questo tour uno dei più caratteristici per chi trascorrere qui le proprie vacanze.

Dove si trova il Parco Nazionale Mu Ko Similan

Le Similan sono delle isole ubicate nel Mar delle Andamane, a circa 70 chilometri dalla terraferma, e ricadono nella provincia di Phang Nga. Il Parco Nazionale marino ha un’estensione di 140 km2 dei quali, però, solo 26 km2 appartengono alle terre emerse. Nel dialetto locale ‘Similan’ vuol dire ‘nove’ ed infatti, in origine, le isole che componevano l’arcipelago erano appunto nove; poi nel 1998, ne sono state aggiunte altre due, piuttosto lontane rispetto alle altre, ovvero Ko Tachai e Ko Bon. Ormai turisti e gente del luogo sono soliti indicare ciascuna isola non con il nome, ma con il numero per cui questa è la composizione dell’arcipelago che forma Parco Nazionale:

“1, Ko Hu Yong – 2, Ko Payang – 3, Ko Payan – 4, Ko Miang – 5, Ko Ha – 6, Ko Payu – 7, Ko Hin Pousar – 8, Ko Similan – 9, Ko Bangu – 10 Ko Bon – 11 Ko Tachai”

Fra queste le isole più grandi sono Ko Similan e Ko Miang

Ecco la Mappa

Se non hai bene l’idea di dove si trova il parco ecco qui sotto la mappa che ti mostra la posizione rispetto a Phuket:

Parco Nazionale Mu Ko Similan dove si trova mappa

Perché il Parco Nazionale Mu Ko Similan è così famoso

Gli amanti delle esplorazioni dei fondali e della vita marina visitano questo parco perché la maggior parte delle specie tipiche del sud-est asiatico sono concentrate proprio qui, per cui ogni immersione può rappresentare una vera sorpresa. Si possono facilmente incontrare, infatti, mante, pesci spada, moltissime varietà di tartarughe anche rare, murene, pesci pappagallo, barracuda, anguille e varie tipologie di squali, da quelli a pinne bianche a quelli leopardo. In casi particolari e con condizioni climatiche favorevoli è possibile avvistare anche i rarissimi squali balena.

La bellezza di questi posti, però, non si limita alle forme di vita marine. Anche le terre emerse ospitano interessanti specie, come quelle degli uccelli. Qui ne sono state individuate ben 118: si tratta del booby marrone, del piccione nicobar, della rondine, della sterna rosa, delle fregate minori, dell’airone e dell’aquila di mare oltre ad altre varietà rare tipiche della Thailandia.

Purtroppo, i cambiamenti climatici e l’innalzamento delle temperature dell’acqua, avvenuto fra il 1998 ed il 2011, hanno causato la morte di moltissimi coralli. Per fortuna si sta assistendo ad una inversione di tendenza negli ultimi anni per cui le colonie di coralli hanno ripreso a riprodursi, ricostituendo pian piano le barriere coralline distrutte.

Parco Nazionale Mu Ko Similan

Consigli utili per visitare il Parco Nazionale Mu Ko Similan

Bisogna tener presente che ogni giorno solo 3.325 persone possono entrare nel parco nazionale marino per cui è opportuno informarsi e prenotarsi per tempo per evitare di perdere questa opportunità.

Qual è il periodo migliore per visitare il parco?

La stagione delle piogge va da maggio ad ottobre, con una maggiore concentrazione di precipitazioni fra giugno e settembre. Questi mesi corrispondono, naturalmente, alla bassa stagione, periodo durante il quale è anche difficile trovare un’imbarcazione che faccia questo percorso a causa delle condizioni meteo spesso molto avverse. Il periodo migliore per visitare il parco, invece, è quello compreso fra dicembre ed aprile perché la stagione secca permette di avere delle acque particolarmente limpide, adatte alle immersioni.

Come visitare il parco

Per prima cosa è bene sapere che non esiste un vero e proprio servizio di traghetti fra le isole del parco e la terraferma. Alle isole si arriva con barche di vario genere per cui la durata dei percorsi è estremamente variabile e può arrivare anche a 3 ore. Sono disponibili imbarcazioni per differenti esigenze: se, infatti, si vogliono fare lunghe immersioni, anche di più giorni, è meglio scegliere le ‘liveaboard’ mentre per giri turistici o snorkeling vanno benissimo quelle veloci.

Si parte essenzialmente dal molo di Khao Lak, detto anche Thap Lamu. Da qui le isole principali distano circa 60 km. Tuttavia sono presenti anche moli più piccoli lungo la costa ed essi vengono usati dai tour operator o dagli hotel che organizzano visite guidate. Chi preferisce può optare anche per una minicrociera che parte da Phuket e dura 4 giorni. In questo caso i prezzi variano molto in base alla barca ed ai servizi offerti a bordo.

Per qualunque tipo di necessità o informazione è bene sapere che l’accoglienza turisti si trova presso l’Ufficio del Parco Nazionale Mu Ko Similan ubicato proprio presso il molo di Thap Lamu. Qui è anche possibile pagare la tassa d’ingresso al parco pari a 500 baht, se non è già compresa nei pacchetti acquistati.

Dove imbarcarsi

Il molo di Thap Lamu è facile da raggiungere dalle varie località della Thailandia, percorrendo l’autostrada numero 4, con mezzi presi a noleggio oppure con taxi, bus e mezzi pubblici che provengono dagli aeroporti.

L’uscita di riferimento è indicata proprio come Isole Similan. Solitamente per gli spostamenti brevi i Tour Operator e gli hotel usano minivan mentre i pullman sono usati per viaggi più lunghi. Il molo Thap Lamu dista circa 20 chilometri dalla città di Khao Lak; questa a sua volta è facile da raggiungere da ogni principale città della Thailandia, come Bangkok, Phuket o Hua Hin.

Vicino al molo sono presenti tre aeroporti: quello di Phuket è il più vicino, dista 70 chilometri ed è anche l’unico internazionale della zona. Ci sono, poi, quello di Krabi a 135 chilometri e quello di Surat Thani a 175 chilometri. Da qui, poi, partono mezzi pubblici in tutte le direzioni oppure si possono noleggiare auto.

Orari e costi

Come anticipato, il prezzo del biglietto è di 500 baht per gli adulti e 300 baht per i bambini. Il parco è aperto durante tutta l’alta stagione ovvero dal 15 ottobre al 15 maggio. In casi straordinari è possibile una chiusura anticipata, qualora i monsoni arrivino prima, portando maltempo e pioggia.

Ogni giorno le isole sono aperte dalle ore 8 alle ore 16, questo vuol dire che le prime partenze dal molo Thap Lamu, possono essere molto prima delle 8 per fare in modo di trovarsi sul posto proprio all’apertura.

Tour ed Escursioni

Consigliamo vivamente di scegliere uno dei tour messi a disposizione qui di seguito in modo da evitare qualsiasi problema del Fai da Te. Attenzione che la disponibilità è sempre limitata; sono degli ottimi tour ed escursioni, non lasciarteli sfuggire:

 

Cosa fare nel Parco Nazionale Mu Ko Similan

similan snorkeling

La principale attività nel parco sono le immersioni e lo snorkeling per godere al meglio delle bellezze sottomarine che questa zona può offrire. Tuttavia ci sono molte spiagge dove potersi rilassare e prendere il sole in tranquillità. Ecco, dunque qualche suggerimento su cosa visitare durante un giro per il parco.

Ko Huyong è l’isola più meridionale ed ha la spiaggia più lunga di tutto l’arcipelago, dove nidificano anche le tartarughe marine. Il Coral Gardens è il luogo ideale per le immersioni e si trova ad est dell’isola; la profondità arriva a circa 40 m e la visibilità è quasi sempre ottima. C’è, poi, la barriera corallina vicino all’isola Ko Payant ricca anche di formazioni rocciose sommerse che offrono riparo a molte specie animali. A Ko Miang, la seconda isola più grande dell’arcipelago c’è un centro visitatori e l’unico ristorante dell’arcipelago

Si tratta del luogo ideale per chi vuole godersi le spiagge, poiché ve ne sono varie a poca distanza l’una dall’altra e tutte molto suggestive. Il muro cinese o Bird Rock, è una formazione di granito imponente, ubicata sul lato sud di Ko Miang. Essa offre la possibilità di fare lunghe nuotate ed immersioni per la presenza di grotte e canyon interessanti. Da vedere, inoltre, West of Eden, a Ko Bayu, considerato uno dei migliori luoghi d’immersione della Thailandia.

PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI UN HOTEL IL THAILANDIA:

 

PER VEDERE TUTTI I PARCHI DELLA THAILANDIA VAI QUI —> PARCHI

similan diving

similan diving

similan immersioni

PRONTO PER IL TUO VIAGGIO IN THAILANDIA?! PRENOTA ORA E DISDICI QUANDO VUOI UN HOTEL IL THAILANDIA:

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA