CERCA UN TOUR ED ESCURSIONI IN THAILANDIA

Scopri le più interessanti cose da fare in Thailandia. Prenota online al miglior prezzo. Leggi le recensioni dei tour e delle attrazioni in Thailandia…

Venezia e Le Isole Verdi

Venezia e Le Isole Verdi

L’Italia è una destinazione unica, nella quale ai turisti piace tornare e ritornare. Le splendide opere architettoniche e la molteplicità artistica che si può trovare in Italia esercitano una grande influenza nella cultura occidentale. I turisti continuano a rimanere incantati dai molti reperti storici, sebbene molti di questi siano andati in rovina.

Allo stesso tempo sono attratti dal buon vino e dal buon cibo oltre che dagli splendidi monasteri, dai famosi musei, da campagne e luccicanti acque lagunari. Ovviamente, ci sono un numero infinito di posti che si possono visitare durante le vacanze nel bel paese.

Tuttavia, l’attrattiva più interessante in Italia è sicuramente Venezia con le sue isole vicine.

Venezia è anche nota perché il nome della città è presente in canzoni e poemi. In ogni caso, è consigliabile a chi non l’ha ancora fatto, di visitare almeno una volta questa romantica città. Infatti Venezia ha un suo fascino ed una sua personalità che la rendono una delle più belle città del mondo. Se non amate il caos, potete evitare l’area affollata.

Ci sono principalmente due cose a cui fanno caso la maggior parte dei visitatori – innanzitutto la magnificenza, ed in secondo luogo la folla. Con quasi ottantamila residenti, Venezia accoglie ogni anno circa 25 milioni di viaggiatori. E da ciò potete ben capire quante persone in questo mondo amino Venezia.

Storicamente ciascuna delle isole di Venezia ha costruito un ruolo preciso per il funzionamento della città. Al giorno d’oggi, le tracce storiche ci parlano delle loro identità individuali. Tuttavia, tutte le isole assieme conferiscono un unico volto alla città ed è possibile spostarsi dall’una all’altra semplicemente con un giro in barca.

Le isole più note per il cibo che esse producono

Sant’Erasmo, che prende il nome dal frutteto Veneziano ha l’importante ruolo di procurare vari tipi di cibo in tutta la città. Gli agricoltori che vivono in questa isola verde, coltivano molte verdure e frutti di stagione, tra cui carciofi, asparago nano e molto altro. Durante la stagione calda, ciò che rimane del canale è affollato da molti Veneziani che si recano lì per fare i loro picnic in un posto diverso dal solito.

Una delle destinazioni veneziane ideali per gli amanti della buona cucina è Venissa. È un ristorante che si trova nell’isola di Mazzorbo, collegata da un ponte ad un’altra straordinaria isola, quella di Burano. Si può riconoscere l’isola di Burano per la presenza di una serie di edificazioni colorate nei pressi delle mercerie locali.

Il ristorante Venissa, con tutte le diverse piante che lo circondano, è anche esteticamente un luogo piacevole dove gustare delle prelibate pietanze. I cuochi di questo ristorante fanno uso di diversi tipi di ingredienti, e cucinano il cibo con metodi tradizionali che vi faranno ricordare il buon gusto dei piatti casarecci. La maggior parte delle verdure, come le saporitissime cipolle (spesso usate per fare la zuppa) sono ottenute direttamente dal vicino orto di Venissa. Analogamente, le pietanze di mare, inclusi i grassi teneri piccoli granchi, sono pescati dalla laguna.

Isole dalle spiagge magnifiche – Il Lido e Pellestrina

Se una volta raggiunta Venezia siete alla ricerca di una spiaggia, sono due i nomi da ricordare. Uno di questi è ovviamente il Lido, presso il quale potrete rilassarvi completamente. Qui potrete ammirare una laguna ed il mare ai due lati.

Se siete sul posto durante il Film Festival di Venezia, allora potrete vedere star del cinema e moltissimi turisti fan di quest’ultime. Ma, ad eccezione dell’alta stagione, quest’ isola è l’ideale per rilassarsi durante il vostro soggiorno a Venezia.

Dopo aver sperimentato la vista del Lido, potreste dare un’occhiata anche a Pellestrina di cui fa parte una comunità di pescatori. Questo luogo offre uno sfondo di benvenuto abbastanza rurale che non potete ritrovare in nessun altro angolo di Venezia.

La scena più comune che vi troverete di fronte a Pellestrina è quella di tante donne che i intrecciano i loro fuselli davanti l’uscio di casa o sedute in riva alla laguna. Le gente ritiene che l’arte del merletto a fusello derivi proprio da questa regione.

Le donne si dedicano alla creazione di merletti ogni quando non hanno altro da fare. Sin dai tempi più vecchi, l’arte dell’intreccio di merletti è diventato molto comune in alcune aree di Venezia. In particolar modo, il merletto a tombolo, che si trova di solito in quest’isola, è creato semplicemente intrecciando le fibre di cotone, che sono ottenute da dei rocchetti, comunemente chiamati “fuselli”.

La tranquilla spiaggia di Pellestrina dà l’occasione di dedicarsi liberamente a qualsiasi attività d’acqua, in un acqua pulita. Allo stesso tempo, questo canale d’acqua è la fonte di sostenimento di quel buon pesce tanto desiderato da molte persone. La maggior parte delle taverne e dei ristoranti creano combinazioni di coloratissimi “chicheti”.

D’altra parte ci sono tanti altri piatti, preparati usando gamberetti e seppie e altro ancora. Assaggiate un po’ di salsa di pomodoro, e godetevi la prelibatezza di queste pietanze.

Per apprendere ancora meglio il sapore ed il calore locali provate i veri e propri banchetti locali. Assistete alla celebrazione della Madonna dell’Apparizione che si tiene ogni anno il 4 di Agosto. Durante la celebrazione di questa ricorrenza, la gente del luogo prende parte ad eccitanti gare in barca e balli. Inoltre, potrete degustare i cibi regionali.

Ad ogni modo la gara in barca è un evento abbastanza particolare e si svolge in una data Domenica di Agosto. Vi partecipano diversi esperti di canottaggio.

Santo Stefano rappresenta un altro momento di festa a Pellestrina. Anche durante questa festa, i residenti abbelliscono le loro case con nastri colorati e si divertono con canzoni e giochi. Ad ogni modo, l’attività di maggior rilievo durante questa festa è la parata con la statua in legno di Santo Stefano. La statua viene trasportata dagli stessi cittadini che prendono parte alla processione.

Al di là delle feste, del divertimento e dei ristoranti, Pellestrina ha anche una natura da ammirare. Ca’ Roman, l’unica riserva d’attrazione turistica si trova verso il sud di quest’isola. L’area costiera di quest’isola appare inviolata, ed è circondata da un certo numero di dune, che la separano dagli alberi, dove risiedono moltissimi uccelli. Se vi fermate in piedi in cima al percorso, oltre la banchina, avrete la vista Chioggia.

Chioggia – Una delle isole più facilmente accessibili

Adesso, parliamo di Chioggia, situata verso il sud della laguna. È anche una delle isole più piccole – dove potete trovare due cose caratteristiche- una zona storica trasandata e che sembra ferma nel tempo, spesso considerata come una zona per “appartarsi”. L’altro aspetto è costituito da una zona turistica contemporanea a Sottomarina. Con hotel e yachts, l’area appare vivace.

Quest’isola può essere considerata come un vecchio borgo di pesca, che invita a scoprirne piacevolmente ogni angolo. Restate qui pochi giorni ed entrerete in confidenza con lo stile di vita di Chioggia.

Chioggia è spesso dipinta come una città dalla natura cupa e non incline al cambiamento. I residenti, che esteticamente si caratterizzano per naso e occhi grandi, sembrano parlare un linguaggio dialettale inconcepibile – un dialetto usato anticamente dai Veneziani. Si può sentire un che di greco nella suoni di questo dialetto.

L’isola sembra essere abbastanza simmetrica senza presentare quella complessità tipica di Venezia.

Non importa l’idea che si ha di Chioggia, la si comprende appieno solo visitandola. Nella laguna veneziana, se la si compara alle altre città, Chioggia è la seconda in termini di importanza. Difatti il suo porto è quello più impegnato e attivo in tutta l’area circostante. La barche mercantili che vengono utilizzate per la pesca attraccano al suo porto. Inoltre il mercato del pesce nell’area vicina è molto popolare anche tra i turisti.

Comunque, se si passeggia nell’area commerciale in centro, potete percepire l’atmosfera, simile a quella dei vecchi tempi, degli andati anni 50. Quest’atmosfera è dovuta al fatto che bar e ristoranti di pesce sono rimasti inalterati nelle passate decadi. L’aria che si respira a Chioggia dimostra come differenti località di Venezia sono relativamente tranquille.

Anche se l’atmosfera ricorda il passato, ciò non vuol dire che non ci siano stati progressi nei collegamenti stradali ed in termini di trasporto. Da Venezia si può raggiungere facilmente Chioggia. Sebbene molti turisti preferiscono viaggiare di giorno, un avventuroso viaggio notturno potrebbe essere un modo alternativo di trascorrere il tempo.

Molte opzioni per raggiungere Chioggia

Chioggia offre diverse opzioni di trasporto, per aiutarvi a spostarvi da un punto ad un altro senza problemi.

Barche o bus d’acqua– Un ente riconosciuto dei servizi di trasporto pubblico,l’ ACTV, fornice il vaporetto numero 11, il cui punto di partenza è il Lido. Potete facilmente raggiungere lo storico centro di Chioggia. E durante questo tragitto ci sono anche altre fermate, come Pellestrina e Alberoni.

Ogni ora, è possibile prendere una barca sebbene col cambiare delle stagioni cambino anche le fasce orarie per il trasporto. In circa un’ora giungerete a destinazione.

Il vaporetto 11 non costituisce l’unica barca disponibile per i turisti di Chioggia. C’è anche la Linea Clodia, che viaggia dal mattino alla sera completando il suo percorso. È principalmente da Giugno a Settembre che si può usufruire di questo servizio di trasporto. Basta controllare la tabella oraria e tenersi pronti per il viaggio. È anche un modo per godervi una piccola gita ad un buon prezzo.

Servizio Bus – Sono disponibili anche dei bus e si possono prendere a qualsiasi ora del giorno. Questi bus percorrono una stretta striscia di terra ed un’estesa diga marina, che separa il mare dalla laguna Veneziana.

Traghetto e biciclette– Quest’opzione è ovviamente intesa per quelli che preferiscono un’alternativa più emozionante. È sufficiente noleggiare una bicicletta al Lido; continuare a muoversi verso sud senza cambiare direzione, seguendo lo stesso percorso del bus. Se invece vi trovare a Piazzale Roma, c’è un bus che vi porta a Sottomarina e a Chioggia. Il bus è disponibile ad intervalli di circa un’ora e mezza.

Auto per il trasporto– Dal Tronchetto e da Piazzale Roma, potete arrivare a Chioggia anche semplicemente noleggiando un auto. In auto si percorre la statale E56 che va in direzione sud, e copre quasi 44 km.

Dall’aeroporto – Non esiste un trasporto diretto da Sottomarina all’aeroporto Marco Polo. Se volete raggiungere Sottomarina, un bus potrebbe fare al caso vostro; vi porterà a Piazzale Roma e da qui potrete prendere un bus ACTV.

Sottomarina- un’altra singolare città-isola

Sottomarina è una delle città italiane con una sua origine storica (Romana), e parte della comunità di Chioggia. Proprio come Chioggia e Venezia, Sottomarina è anch’essa un’isola, che viene attraversata da canali. Ci sono ponti per collegare tutta l’area di quest’isola che comunque non si presenta molto estesa.

Se si guarda indietro al diciassettesimo secolo, Sottomarina aveva un altro nome popolare – Clodia minore. La piccola città era governata dal tribuno; era solo un piccolo ponte fatto di pietra che si collegava alla città di Chioggia. Questa città fu danneggiata nell’anno 1379, e alcune parti furono anche colpite da pesanti inondazioni.

Tuttavia, nel diciassettesimo secolo fu ricostruita. Più tardi, dal momento che il fiume Brenta aveva cambiato il proprio corso, fu attuato un mutamento radicale nell’area vicino al mare. A San Felice, fu inoltre costruita un’imponente diga.

La spiaggia di Sottomarina si estende per circa 10 chilometri, e il Fiume Brenta scorre lungo il suo confine verso nord.

Una delle caratteristiche più note di Sottomarina è che si tratta di un’isola piena di ottime distese di terra, perfette per la coltivazione di verdure. Comunque, al giorno d’oggi è l’eccellente sabbia, ottima fonte di iodio per i turisti. Se state programmando una divertente vacanza di famiglia in una spiaggia rilassante, Sottomarina è il luogo ideale.

Sono molti i luoghi splendidi non solo dove alloggiare ma anche dove intrattenersi con diverse attività. Per esempio, i campi da tennis, di pallavolo, canoismo, parchi verdi e molto altro.

Per quanto concerne la spiaggia, possiamo descriverla come una pendenza regolare, dal momento che ci sono diverse metri prima del bagnasciuga. Difatti, quest’area è l’ideale per gli amanti del nuoto, e non ci sono rischi se i vostri bambini giocano in acqua. Pertanto concedetevi un soggiorno a Sottomarina.

Ci sono inoltre zone con piccole barriere coralline, che si sono sviluppate assieme a diversi organismi, come le alghe calcaree presenti sul letto del mare.

In definitiva, i turisti dovrebbero dare un’occhiata a tutte le città d’isola come Sottomarina e Chioggia, aree con canali, strade, chiese, palazzi e coloratissimi edifici dai comignoli distintivi.

Nessun problema di alloggio nelle città isolane

Ogni turista è consapevole del fatto che un buon alloggio vuol dire avere il massimo comfort possibile. Quando vi trovate nei dintorni di Sottomarina o Chioggia, ci sono moltissimi hotels di lusso, la maggior parte dei quali si trovano nelle migliori postazioni.

Generalmente i turisti hanno una maggiore preferenza per hotel situati in una strada principale o di fronte al lungomare.

In molti hotel sono ammessi gli animali, ed possibile avere un parcheggio per l’auto. Potete trovare sia hotel di vecchio stampo che hotel completamente ammodernati. Non vi preoccupate di cosa sceglierete, riceverete comunque un’ottima accoglienza.

Altri due splendidi luoghi vicino Venezia- Rosolina e l’Isola Verde

Rosolina è un’altra città ancora, che dà il benvenuto nel territorio di Rovigo. Si trova in un’area dall’affascinante contesto naturale.

Non c’è solamente la laguna ma anche dune, fiumi e laghi. Ovviamente prospera di fauna e flora. Per avere un quadro completo del verde circostante non dovete tralasciare Rosolina.

Al centro c’è la chiesa di Sant’Antonio, che attrae sempre l’attenzione dei turisti. Difatti, molte delle antiche parti sono state rese pubbliche per essere mostrate ai turisti.

Tra gli altri affascinanti luoghi d’interesse, ci sono i giardini di Porto Caleri e la foresta Mediterranea, che comprende pini e alberi di quercia spettacolari.

CAMPEGGIO ISAMAR >>> PRENOTA ORA

Infine, possiamo dirvi di non dimenticare di visitare Isola Verde. Qui gradirete sicuramente la spiaggia, la vicina piscina da nuoto e le varie opzioni di campeggio nel CAMPING ISAMAR (il miglior campeggio del 2016).

Sebbene siano pochi i turisti che si sono inoltrati in questo piccolo villaggio, potreste essere i più fortunati a goderne e scoprirne bellezze e risorse. Il clima di questo villaggio durante i mesi estivi è abbastanza temperato e varia dai 24 ai 28 gradi centigradi.

Quindi non esitate e trovare il miglior hotel per poi all’Isola Verde. Trovato l’alloggio perfetto, probabilmente proverete un senso di magico benessere, senza mai sentirvi stanchi mentre siete lì.

Quindi, come avrete ben capito, c’è molto da vedere e da godersi a Venezia e nelle zone circostanti. Non precipitatevi a cercare di vedere un po’ di tutto in un unico viaggio.

Rilassatevi e pensate ad un programma di cosa vorreste vedere prima di tutto. Ogni posto ha una storia molto lunga, e pertanto, potrete arricchire la vostra conoscenza, apprendendo cose nuove. Se andate spesso in giro per il mondo a visitare nuovi posti, stavolta potreste includere l’Italia nella vostra lista.

ESCURIOSNI DA NON PERDERE

Show Comments

No Responses Yet

Leave a Reply

HOTEL A MIGLIOR PREZZOCERCA